FAD Ecliptica

La psoriasi è una malattia cutanea ad andamento cronico recidivante, che, a differenza di quanto si pensava in passato, porta con sé numerose comorbidità, verosimilmente legate allo stato infiammatorio generalizzato correlato alla patologia.

Attualmente, a fianco alle terapie topiche per la psoriasi, che tuttavia rimangono un punto cardine nel trattamento di tale disordine cutaneo, sono state introdotte numerose terapie denominate biotecnologiche, che, andando a inibire uno o più step nella patogenesi dell’infiammazione cutanea e generalizzata, ne limitano le comorbidità.

In questo corso, si prenderanno in esame alcune frequenti comorbidità del paziente psoriasico (comorbidità psichiatriche e artrite psoriasica) con uno speciale approfondimento nei confronti di una speciale sottopopolazione di pazienti che presentano spesso una o più comorbidità e pertanto di più difficile trattamento: gli anziani. Vedremo, inoltre, come le terapie topiche trovino ancora spazio nel trattamento della psoriasi, in particolare in quei pazienti con numerose patologie associate e in cui la scelta terapeutica sistemica appare limitata.

Accreditato per: Infermiere, infermiere pediatrico, farmacista specializzato in farmacia ospedaliera, farmacista specializzato in farmacia territoriale, medico chirurgo specializzato in dermatologia e venereologia

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica immuno-mediata sistemica. Clinicamente si presenta con placche eritemato-desquamative infiltrate, tipicamente localizzata alle superfici estensorie.

La psoriasi si associa a un aumentato rischio di comorbilità, come malattie che condividono meccanismi patogenetici come l’artrite psoriasica e il morbo di Crohn. Inoltre, la psoriasi moderata-grave (ma non la psoriasi lieve) si associa a obesità, dislipidemia, diabete, e a un aumentato rischio di malattie cardiovascolari (infarto miocardico, ictus) e di morte per malattie cardio-vascolari.

I trattamenti sistemici della psoriasi possono avere un impatto notevole (positivo o negativo) sulle malattie associate. Quindi nei pazienti con psoriasi moderata-grave, la presenza di certe comorbilità può avere un impatto significativo nella decisione di utilizzare una terapia piuttosto che un'altra.

I regimi di trattamento per i pazienti affetti da psoriasi devono di conseguenza essere adattati, per soddisfare le esigenze specifiche, alla gravità della malattia, all'impatto sulla qualità della vita, alla risposta alle precedenti terapie e alla presenza di comorbilità.

Accreditato per: Medico chirurgo specializzato in dermatologia e venereologia

La dermatite atopica (DA) è una malattia infiammatoria cutanea cronica recidivante legata ad un iniziale difetto della barriera epiteliale, che esordisce nei primi mesi di vita, interessa il 10-20% della popolazione pediatrica ed in alcuni casi può protrarsi fino all'età adulta.

La modalità di presentazione può essere variabile sia per l'aspetto clinico che per le sedi coinvolte in base all'età di esordio e, sebbene generalmente questa patologia non comporti particolari difficoltà diagnostiche, talvolta vi possono essere forme atipiche, di non facile inquadramento o immediato riconoscimento.

Nel corso degli ultimi anni in letteratura sono state riportate nuovi acquisizioni sulla patogenesi che hanno permesso lo sviluppo di nuovi farmaci sia topici che sistemici.

Per tali ragioni abbiamo pensato di realizzare questo corso FAD, che ha come obiettivi la trattazione della patogenesi della dermatite atopica con particolare riferimento alle novità riportate in letteratura al fine di meglio comprendere le terapie di recente introduzione.

Sarà dato, inoltre, ampio spazio alle manifestazioni cliniche della malattia nelle diverse epoche di vita e saranno trattate le forme atipiche e le principali diagnosi differenziali.

Da ultimo saranno valutate le opzioni terapeutiche ad oggi disponibili o in corso di studio.